IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI, LA NUOVA DISCIPLINA DEI LICENZIAMENTI, E LE NOVITA’ IN MATERIA DI ASPI - Guida

€10.00

SHR RES

Questa dispensa fa un quadro delle novità introdotte dall'approvazione del decreto attuativo sui nuovi contratti a tempo indeterminato a tutele crescenti in tema di licenziamenti (articolo 18) e ammortizzatori sociali. Dal 2015 le aziende che assumono un nuovo dipendente a tempo indeterminato sono soggette a una disciplina diversa da quella prevista invece per i contratti già in essere.

  • A CHI SI APPLICANO LE NUOVE REGOLE: nuovi assunti e imprese che superano la soglia dei 15 dip.
  • PICCOLE IMPRESE: la misura del risarcimento in caso di licenziamento illegittimo.
  • LAVORATORI “VECCHI” E “NUOVI”: ai lavoratori di una stessa azienda si applicheranno discipline diverse.
  • REINTEGRA: quali sono i casi in cui il licenziamento comporta ancora la reintegrazione nel posto di lavoro.
  • LAVORATORE IN PROVA: i casi in cui il recesso può essere contestato e le conseguenze del recesso.
  • GIUSTIFICATO MOTIVO E GIUSTA CAUSA: non cambiano le nozioni, ma cambiano le sanzioni.
  • LA MISURA DEL RISARCIMENTO DEI DANNI: misura minima e tetto massimo (da 4 a 24 mensilità).
  • LAVORATORE DIVENTATO INIDONEO E LAVORATORE AMMALATO: quale disciplina si applica?
  • LA PROCEDURA DA SEGUIRE PER I LICENZIAMENTI: cambia quella per i licenziamenti economici.
  • LICENZIAMENTI COLLETTIVI: le sanzioni in caso di violazione dei criteri di scelta e vizi della procedura.
  • I VANTAGGI DELLA CONCILIAZIONE PROPOSTA DAL DATORE DI LAVORO: conviene?
  • CONTRATTO DI RICOLLOCAZIONE: gli incentivi per favorire la ricollocazione dei dipendenti licenziati.
  • PROCESSO DEL LAVORO: vecchio rito per i nuovi licenziamenti e rito “Fornero” per i vecchi assunti.
  • LA NUOVA ASPI: chi sono i soggetti che potranno beneficiare dell’indennità di disoccupazione.
  • LA MISURA DEL SUSSIDIO: quanti soldi prenderà il lavoratore disoccupato e per quanto tempo.
  • COSA DEVE FARE IL DISOCCUPATO PER PRENDERE IL SUSSIDIO: le condizioni previste dalla legge.
  • COMPATIBILITÁ E CUMULABILITÁ con rapporti di lavoro dipendente e lavori autonomi.
  • IL NUOVO ASSEGNO DI DISOCCUPAZIONE per chi ha già usufruito dell’ASPI e non ha trovato lavoro.
  • L’INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE PER I COLLABORATORI AUTONOMI: le regole per il 2015.

GIANLUCA SPOLVERATO: avvocato, consulente. Ha maturato importanti esperienze nei settori della logistica, della grande distribuzione, e nelle ristrutturazioni e riorganizzazioni aziendali. Ha conseguito un dottorato di ricerca in diritto del lavoro e sindacale, e si occupa di relazioni sindacali e contrattazione aziendale.